Trip Advisor Media Manager - ADS self service per strutture e agenzie

“Siamo entusiasti di permettere agli inserzionisti locali e di piccole dimensioni di creare e caricare facilmente e velocemente le loro campagne che metteranno poi live su TripAdvisor in modo semplice. Il reale beneficio è l’opportunità di accrescere velocemente il business attraverso il raggiungimento di quasi 460 milioni di viaggiatori leali, coinvolti, connessi e predisposti all’ascolto di brand per loro rilevanti”


Christine Maguire, vice president, advertising revenue per TripAdvisor.


E' disponibile infatti da pochi giorni Trip Advisor Media Manager che consente a strutture o agenzie la creazione self-service di annunci sponsorizzati.


Perchè una novità


Fino adesso la realizzazione di contenuti sponsorizzati legati ad una struttura su TA dovevano rispondere a determinati requisiti, primo fra tutti l'adesione della stessa al "Profilo Aziendale" o "Business Advantage" scegliendo uno dei piani a disposizione.

Da adesso invece è disponibile media manager che altro non è che una dashboard specifica per la creazione di campagne di annunci a pagamento realizzabili autonomamente ed in base a diversi parametri di targeting.


Prima novità

La dashboard è aperta anche a freelance o agenzie che gestiscono le campagne per più di una struttura. E' possibile infatti all'interno del media manager dopo essersi registrati come agenzia, inserire una o più strutture clienti che saranno poi oggetto della creazione e gestione delle varie campagne.

Seconda novità la creazione delle campagne.

I contenuti infatti sono realizzabili secondo due metodologie principali, la prima, custom, creando testi e immagini da soli e effettuando l'upload alla piattaforma, mentre la seconda utilizzando il wizard "creative" che ci guida passo passo nella creazione dell'annuncio. Ovvio che il posizionamento dello stesso influisce sui requisiti dei contenuti che si vogliono pubblicare, la piattaforma infatti suddivide gli annunci per i device mobile o per visualizzazioni su pc fisso. Quelli creati con "Creative" sono responsive e si adattano automaticamente alle varie visualizzazioni e comunque, tutti i contenuti, sono vagliati e approvati direttamente da TA prima del lancio della campagna.


La prima campagna

Realizzare autonomamente una campagna è relativamente semplice soprattutto se si utilizza il wizard "creative"


Le campagne funzionano con il sistema pay per click ai fini della fatturazione e non delle visualizzazioni semplici ed è possibile scegliere in maniera molto precisa il target di riferimento a cui si vuole indirizzare la nostra campagna.


In primo luogo dobbiamo scegliere il nome ed i dettagli della campagna tra cui il canale di destinazione (fisso o mobile) ed il target di riferimento


Successivamente il sistema ci chiede il budget complessivo della campagna fornendoci immediatamente una stima delle impressions che possiamo raggiungere e il range di date di attivazione.

A questo punto iniziano la definizione del target inserendo i parametri richiesti che iniziano con quelli geografici, I parametri non sono obbligatori nel senso che possiamo anche non definire le zone a cui vogliamo indirizzare la nostra campagna ma possiamo limitarci solo a definire i parametri di ricerca degli utenti. Questa è un opzione interessante che permette di definire non tanto la provenienza dei nostri potenziali clienti ma filtrarli per interessi o tipologia di ricerca indifferentemente dalla loro ubicazione geografica. Ovvio che la scheda della struttura deve essere adeguata alle tipologie che inseriamo tra i requisiti del target, se anche uno dei parametri non è allineato rischiamo di vanificare i risultati finali.

Le opzioni geografiche invece sono ben studiate se vogliamo posizionare la struttura nei risultati di ricerca di una destinazione intera, a dire il vero ho avuto difficoltà nel trovare alcune città anche famose nell’elenco delle destinazioni disponibili, ma considerando il fatto che la piattaforma è stata lanciata da pochi giorni qualche bug è normale.

Una volta definiti il target si accede al wizard dei contenuti della campagna che come anticipato si divide in due parti il “custom” ed il “creative”

Il custom permette di caricare un immagine realizzata esternamente che deve avere determinate dimensioni e un peso massimo di 150kb. Oltre all’immagine è possibile inserire il link ad una landing page o al sito della struttura ed inserire uno script di monitoraggio esterno ad esempio per le conversioni di Google analitycs.

Creative invece permette di creare direttamente i post da visualizzare inserendo immagini e testo direttamente nel wizard oltre al link ed a script di monitoraggio.

E’ possibile anche una preview immediata del risultato del post.

I layer su una campagna possono essere più di uno realizzando quindi vari contenuti sullo stesso target o in un range di date unico.

Impostato tutti i parametri un ceck finale ci dice se la campagna è attivabile o meno e si procede al pagamento che avviene immediatamente tramite ceckout con carta di credito.


Conclusioni


Il sistema appare molto semplice e di facile utilizzo, specie utilizzando il wizard in pochi minuti è possibile creare campagne con un target deciso sia per interessi o affinità con la struttura che per posizionamento geografico sulla destinazione, molto utile anche il tracciamento delle prenotazioni dirette che è presente in dashboard e che visualizza immediatamente le conversioni andate a buon fine rendendo report utili allo studio delle campagne effettuate.


E’ sicuramente un canale da prendere in considerazione come possibile destinatario di una parte del budget pubblicitario che una struttura deve mettere in preventivo annualmente, specie perché effettivamente i target sono di norma ben profilati su TA e quindi potenzialmente non si disperdono risorse che su altre piattaforme sono di più difficile individuazione.